La storia della Soka Gakkai

Timeline created by rinaldi.patrizia
In History
  • La storia della Soka Gakkai: Kosen-rufu mondiale e la SG

    La storia della Soka Gakkai: Kosen-rufu mondiale e la SG
    La Soka Gakkai ha ereditato e sta portando avanti lo spirito del Daishonin con la profonda determinazione di realizzare la sua missione di kosen-rufu mondiale, continuando a perseverare con impegno verso la concretizzazione di questo scopo. I maestri che hanno fermamente stabilito la pratica, la consapevolezza
    e la determinazione per realizzare kosen-rufu nei tempi moderni sono i primi tre presidenti della Soka Gakkai: Tsunesaburo Makiguchi, Josei Toda e Daisaku Ikeda
  • 6 giugno 1871 - L'epoca del I presidente Tsunesaburo Makiguchi

    6 giugno 1871 - L'epoca del I presidente Tsunesaburo Makiguchi
    La S.G. ha origine dalla relazione maestro-discepolo fra il I presidente Makiguchi e il II presidente Toda, due educatori. Tsunesaburo Makiguchi nacque il 6 giugno 1871 nel villaggio di Arahama, nell’attuale città di Kashiwazaki, prefettura di Niigata (sulle coste del Giappone). Adolescente si trasferì nello Hokkaido dove fu affidato a un parente. Continuò a studiare mentre lavorava e alla fine fu ammesso alla Scuola normale dello Hokkaido (ora Università dell’educazione)
  • 11 febbraio 1900 Nasce il II presidente Josei Toda

    11 febbraio 1900 Nasce il II presidente Josei Toda
    Josei Toda nacque l’11 febbraio 1900 nel villaggio di Shioya, nell’attualecittà di Kaga, prefettura di Ishikawa. Nel 1902 la famiglia si spostò nel villaggio Atsuta, che attualmente fa parte della municipalità di Ishikari, nello Hokkaido. Dopo aver conseguito il diploma elementare e quello elementare superiore (ovvero finito le scuole medie) nel 1914, studiò da autodidatta, lavorando; ricevette l’abilitazione all’insegnamento e diventò maestro di scuola elementare a Yubari, nello Hokkaido.
  • 1901 Dopo la laurea Makyguchi a Tokyo

    1901 Dopo la laurea Makyguchi a Tokyo
    Dopo la laurea diventò maestro di scuola elementare e nel 1901 si
    trasferì a Tokyo portando con sé il manoscritto della sua prima opera Jinsei Chirigaku (La geografia della vita umana), che fu pubblicata nel 1903. In seguito ricoprì la carica di preside in varie scuole elementari di Tokyo.
  • 1919 Incontro fra maestro e discepolo

    1919 Incontro fra maestro e discepolo
    Toda cercava un maestro di vita; quando si recò in visita a Tokyo incontrò Makiguchi, preside di una scuola elementare, e fra loro vi fu un’intesa immediata. Makiguchi aveva quarantotto anni e Toda diciannove. Ben presto il maestro Toda iniziò a insegnare in quella scuola, considerando Makiguchi come suo maestro e sostenendolo in ogni modo possibile. Dopo il trasferimento a Tokyo, Toda, pur continuando a lavoraresi iscrisse alle serali dell’Istituto superiore Kaisei e poi dell’Università
  • 1928 Makiguchi si converte al Buddismo

    1928 Makiguchi si converte al Buddismo
    Makiguchi pedagogo nutriva speranza e il voto di mettere in grado ogni bambino di creare la propria felicità personale e diventare un membro autonomo della società: elaborò il suo metodo educativo, la teoria del valore, fondamento della sua pedagogia. Incontrò il
    buddismo ed esso esponeva proprio i princìpi e la pratica fondamentale per realizzare quel tipo di trasformazione della vita che avrebbe portato alla creazione di valore nella società umana. Nel 1928 si convertì a 57 anni.
  • 2 gennaio 1928 Nasce Daisaku Ikeda

    2 gennaio 1928 Nasce Daisaku Ikeda
    2 gennaio 1928 Nasce Daisaku Ikeda.
  • 18 novembre 1930 La fondazione della Soka Kyoiku Gakkai

    18 novembre 1930 La fondazione della Soka Kyoiku Gakkai
    Makiguchi adottò l’insegnamento di N.D.come principio di vita e si dedicò considerandolo una potente fonte di energia per creare valore e ottenere risultati concreti nella società e nella vita quotidiana. Diceva: questi insegnamenti non contraddicono i princìpi della filosofia e della scienza, base della nostra vita quotidiana. Anche Toda seguì il suo maestro e prese fede nel Buddismo. Il 18-11-1930 T.M. pubblica il I volume del Soka
    Kyoikugaku Taikei (L'educazione creativa)
  • Toda aiuta il suo maestro Makiguchi

    Toda aiuta il suo maestro Makiguchi
    Toda finanziò la pubblicazione e collaborò revisionando gli appunti.La nota tipografica riportava autore Tsunesaburo Makiguchi, editore Josei Toda, come casa editrice Soka Kyoiku Gakkai (Società educativa per la creazione di valore). Fu la prima volta che apparve il nome della Soka Kyoiku Gakkai,allora il 18 novembre è celebrato anniversario della fondazione della Soka Gakkai. La Soka Kyoiku Gakkai fu distrutta dal governo militarista; Toda la ricostruì e la chiamò Soka Gakkai.
  • La Soka Kyoiku Gakkai

    La Soka Kyoiku Gakkai
    “Soka” significa “creazione di valore”. Lo scopo dell’educazione,
    e lo scopo della vita, è la ricerca della felicità, e il nome “Soka”
    esprime l’idea di Makiguchi che la creazione di valore è essenziale per costruire la felicità. L’idea di impiegare la parola “Soka” sorse durante un dialogo fra questi due educatori innovatori. Dunque si può dire che la nascita della Soka Gakkai fu la cristallizzazione dell’unità spirituale di maestro e discepolo, dal loro profondo legame.
  • Una pratica buddista direttamente collegata a Nichiren Daishonin

    Una pratica buddista direttamente collegata a Nichiren Daishonin
    Soka Kyoiku Gakkai = gruppo per la pratica del B di ND, fonte di energia per la creazione di valore = praticanti laici della scuola Nichiren Shoshu. Conduceva attività diverse dalle associazioni laiche legate alla NS. Queste erano affiliate a un tempio locale e operavano sotto la guida del prete del tempio. La SKG operava indipendentemente, sotto la guida del presidente Makiguchi e del direttore generale Toda e non dipendeva dai preti per le attività di gestione o per guide di fede.
  • Attività della SKG

    Attività della SKG
    Non promuoveva una pratica che obbligava a visitare templi, partecipare a cerimonie come la gran parte delle scuole buddiste ma aveva una pratica aperta a tutti con obiettivo che ogni persona realizzasse concretamente la propria felicità in mezzo alle difficoltà della vita reale e contribuisse alla pace e prosperità della società. Attraverso riunioni, viaggi dei responsabili in varie zone del Giappone per guide e incoraggiamenti nella fede, la SKG iniziò a crescere fino a contare 3000 membri.
  • giugno 1943 La sfida al militarismo giapponese

    giugno 1943 La sfida al militarismo giapponese
    Il governo nipponico per sostenere la guerra usa come base spirituale lo Shintoismo di Stato.Le riunioni e attività SKG furono sorvegliate della Polizia speciale che investigava sui crimini ideologici. I preti Nichiren Shoshu, per paura repressioni, chiesero a Makiguchi di accettate il talismano shintoista davanti al patriarca. Accettare Dea del Sole = rendersi complici di offesa all’insegnamento corretto = violazione insegnamenti Nichiren e del successore Nikko. Makiguchi rifiutò tassativamente
  • 6 luglio 1943 Makiguchi incarcerato

    6 luglio 1943 Makiguchi incarcerato
    Il 6 luglio Makiguchi, in visita a Shimoda, presso Izu, prefettura di Shizuoka, fu preso in custodi dalla Polizia speciale. Toda, arrestato a Tokyo lo stesso giorno. 21 responsabili arrestati per violata dignità dell’imperatore e della Legge per la preservazione della pace. Gli imputati furono interrogatori con metodi coercitivi e molti abbandonarono la fede. Solo Makiguchi e Toda mantennero la fede. Makiguchi cercò di spiegare gli insegnamenti del Buddismo agli accusatori e ai giudici.
  • 18 novembre 1944 Muore Makiguchi a 73 anni

    18 novembre 1944 Muore Makiguchi a 73 anni
    Makiguchi e Toda rifiutarono di cedere e continuarono ad abbracciare i princìpi del Buddismo. Il 18/11/1944 a 73 anni Makiguchi morì nel carcere di Tokyo per malnutrizione e rigide condizioni carcerarie. Il giorno della sua morte coicise coln l'anniversario della fondazione SKG. Fino alla fine della sua esistenza egli visse da nobile pioniere e praticò come insegna il Daishonin nei suoi scritti, mettendo a repentaglio la vita: fece rivivere lo spirito di N.D. per portare persone alla felicità.
  • novembre 1944 Il risveglio in carcere di Toda in carcere

    novembre 1944 Il risveglio in carcere di Toda in carcere
    Josei Toda, mentre era in prigione, oltre a recitare assiduamente Daimoku, all’inizio del 1944 cominciò a leggere il Sutra del Loto e a meditare profondamente su di esso. Nel corso di questo processo si risvegliò alla consapevolezza che “il Budda è la vita stessa”,acquisì la consapevolezza di essere un Bodhisattva della Terra la cui missione era realizzare kosen-rufu. Sviluppò grande convinzione negli insegnamenti e decise la sua missione di assicurare la propagazione in tutto il mondo.
  • Relazione maestro discepolo

    Relazione maestro discepolo
    Il legame fra maestro e discepolo è tale che essi rinasceranno sempre insieme in una terra del Budda, in un luogo in cui si impegneranno per salvare le persone dalla sofferenza. La maggior parte dei perseguitati dalle autorità abbandonarono la fede mentre Toda espresse un sincero apprezzamento per il suo maestro e la determinazione di ripagare il debito di gratitudine nei suoi confronti.
  • 3 luglio 1945L’EPOCA DEL SECONDO PRESIDENTE JOSEI TODA

    3 luglio 1945L’EPOCA DEL SECONDO PRESIDENTE JOSEI TODA
    Il 3/7/1945 Toda uscì di prigione dopo 2 anni in isolamento e si alzò per portare avanti la volontà del suo maestro Makiguchi: la realizzazione di kosen-rufu. Come direttore generale della SG iniziò immediatamente a ricostruire l’organizzazione.Era convinto che solo il Buddismo di N D fosse un riferimento spirituale potente da far riemergere le persone dalla sofferenza. Iniziò la sua impresa animato dal grande desiderio di diffonderne ampiamente gli insegnamenti.
  • Il voto

    Il voto
    Iniziò l’impresa animato dal voto di diffondere l’insegnamento. Scopo dell’organizzazione non è limitato alla riforma dell’educazione ma si sarebbe ampliato alla realizzazione di kosen-rufu, cioè la pace nel mondo e la felicità di ogni persona. In linea con questo obiettivo egli ne cambiò il nome da SKG a Soka Gakkai (Società per la creazione di valore). Ricominciò a tenere gli zadankai e a recarsi nelle regioni più lontane per dare guide nella fede.
  • 1947 L’incontro fra maestro e discepolo: Josei Toda e Daisaku Ikeda si conoscono

    1947 L’incontro fra maestro e discepolo: Josei Toda e Daisaku Ikeda si conoscono
    1947 = Toda conobbe il giovane Daisaku Ikeda, futuro III presidente della Soka Gakkai e oggi presidente della SGI. Ikeda nacque nel distretto di Omori,quartiere Ota di Tokyo, il 02 /01/1928.Trascorse infanzia e adolescenza tra due guerre: la seconda guerra sino-giapponese (1937), lui aveva 9 anni, e la guerra del Pacifico contro gli Stati Uniti (1941), secondo conflitto mondiale, quando ne aveva 13. I 4 fratelli maggiori furono tutti chiamati alle armi e inviati al fronte.
  • La giovinezza di Ikeda

    La giovinezza di Ikeda
    Per sostenere la famiglia lavora in fabbrica di munizioni. Tubercolotico trascorre la sua giovinezza nella malattia, e ciò lo spinge a riflettere profondamente su vita e morte. Il fratello maggiore Kiichi (morto poi in combattimento) torna a casa in licenza dal fronte descrive sofferenze atroci. Poco dopo la famiglia si ritrova a sfollare perché la casa è distrutta da raid aereo. Ikeda comprende il dolore della madre e la malvagità della guerra.
  • 14 agosto 1947 Primo zadankai di Ikeda

    14 agosto 1947 Primo zadankai di Ikeda
    Cercando risposte a quale fosse il modo migliore di vivere, Ikeda si immerge nella lettura di opere letterarie e filosofiche. Il 14 agosto 1947 partecipa al primo zadankai della SG, dove incontra Toda, che scieglie suo maestro di vita.Toda teneva una lezione sul trattato Adottare l’insegnamento corretto per la pace nel paese. Ikeda gli pose una serie di domande "sul modo corretto di vivere, il significato di essere un patriota, significato di Nam-myoho-renge-kyo, cosa pensasse dell’imperatore"
  • 24 agosto 1947 Ikeda inizia a praticare

    24 agosto 1947 Ikeda inizia a praticare
    Toda rispondeva con le sue convinzioni sul governo militarista e l'ingiusta prigionia. Ikeda prova la sensazione di potersi fidare di Toda.Il 24/08/1947 Ikeda inizia a praticare: 19 anni Ikeda e 47 Toda. Nell’aprile del1948 il giovane si iscrive alle serali della Taisei Gakuin (l’Università Fuji di Tokyo). A settembre comincia a frequentare lezioni di Toda sul Sutra del Loto approfondendo studio e comprensione del Buddismo e formula il voto di dedicare la vita a kosen-rufu.
  • gennaio 1949 Ikeda lavora da Toda

    gennaio 1949 Ikeda lavora da Toda
    Gennaio 1949= inizia a lavorare nella casa editrice di Toda come redattore rivista ragazzi e iniziano pubblicazioni della rivista mensile SG Daibyakurenge. 1° numero con saggio di Toda La filosofia della vita.Gli affari entrano in crisi. Il 24/08/1950, annuncia intenzione di rassegnare dimissioni da direttore generale della SG. Ikeda chiede:Chi sarà il mio maestro ora? Toda:Anche se finora non ti ho causato altro che problemi, il tuo maestro sono io.
    Affermazione del legame maestro discepolo.
  • 24 agosto 1950 Toda vuole dare dimissioni. La lotta condivisa di maestro e discepolo per ricostruire la Soka Gakkai

    24 agosto 1950 Toda vuole dare dimissioni. La lotta condivisa di maestro e discepolo per ricostruire la Soka Gakkai
    Ikeda si impegna al massimo per sistemare gli affari di Toda e risolvere la crisi finanziaria. Lascia studi serali per dedicarsi a sostenerlo, in cambio Toda lo istruisce personalmente per dieci anni (Università Toda). Toda condivide le sue idee per il futuro con il suo discepolo più fidato, come creazione del quotidiano Seikyo Shimbun, utilizzando anche la carta stampata nell’impegno per kosen-rufu, e l’Università Soka.Lle idee di quei dialoghi fra maestro e discepolo sono tutte realizzate
  • 20 aprile 1951 Pubblicazione sheikyo Shimbun

    20 aprile 1951 Pubblicazione sheikyo Shimbun
    Seikyo Shimbun = pubblicato 20 aprile 1951 con prima puntata del romanzo di Toda La rivoluzione umana,scritto sotto lo pseudonimo di Myo Goku legato all’esperienza del carcere ove egli si era risvegliato (go) all’essenza del Buddismo, la verità mistica (myo) della non sostanzialità o vacuità (ku). Rivoluzione umana = processo con il quale, attraverso la pratica, ogni individuo trasforma il proprio stato vitale per giungere a una trasformazione del destino di tutta l’umanità.
  • 2 maggio 1951 La nomina del secondo presidente

    2 maggio 1951 La nomina del secondo presidente
    Superate le difficoltà finanziarie,Toda accetta, su richiesta di molti membri, di assumere la carica di presidente della SG con cerimonia il 3 maggio 1951. Qui dichiara il suo voto di convertire 750.000 famiglie (aderenti). La SG contava 3000 e tutti pensavano fosse uno scopo irrealizzabile.Toda, prima della nomina, aveva ristrutturato l'oganizzativa della SG,basato sui capitoli come fondamenta dello sviluppo futuro,in modo che l’organizzazione fosse pronta ad affrontare la sfida di kosen-rufu.
  • 1952 istituzione Divisioni

    1952 istituzione Divisioni
    Dopo la sua nomina Toda istituì i Gruppi donne, giovani uomini e giovani donne. All’inizio del 1952 Ikeda diventò consigliere del capitolo Kamata di Tokyo e condusse una “campagna” che portò
    all’adesione di 201 nuove famiglie nel solo mese di febbraio. Fu un risultato impressionante, di gran lunga superiore ai record di adesioni mensili realizzati fino ad allora dai vari capitoli, noto come la campagna di febbraio. Da quel momento la realizzazione delle 750.000 famiglie accelerò rapidamente.
  • aprile 1952 pubblicata la Raccolta degli scritti di N.D.

    aprile 1952 pubblicata la Raccolta degli scritti di N.D.
    Toda pensò la pubblicazione della Raccolta degli scritti di N.D. per studiarne e capirne correttamente gli insegnamenti e progredire verso kosen-rufu, Chiese a un studioso di N.D., Nichiko Hori (1867-1957), di occuparsene e nell’aprile 1952, in occasione del settecentesimo anniversario della fondazione del B di N.D. pubbliò i Nichiren Daishonin Gosho Zenshu. Da allora ogni membro utilizzò questo testo per studiare gli insegnamenti di N.D. e SG stabilì di basare tutto su tali scritti.
  • maggio 1956 la propagazione nel Kansai

    maggio 1956 la propagazione nel Kansai
    Nell’aprile 1955 la SG sostenne per la prima volta alcuni suoi candidati alle elezioni delle assemblee locali. Decise di intraprendere questo passo basandosi sullo spirito di “adottare l’insegnamento corretto per la pace nel paese” che N.D. aveva esposto per la creazione di una società pacifica. Nel 1956 in Kansai Ikeda fu ispiratore e promotore di una crescita nelle attività di propagazione: a maggio il capitolo Osaka realizzò il traguardo dell’adesione di 11.111 famiglie in un solo mese!
  • La battaglia contro le tendenze demoniache del potere

    Nell'elezioni per la Camera dei consiglieri, luglio 1952, fu eletto un candidato S.G. ad Osaka. Un quotidiano intitolò nell’articolo dedicato "È stato realizzato l’impossibile!" Nel corso di quelle elezioni furono eletti alla Camera dei consiglieri tre candidati sostenuti dalla Soka Gakkai. La SG si ritrovò al centro dell’attenzione come gruppo che esercitava una crescente influenza sociale. Contemporaneamente iniziarono i tentativi di ostacolare l’organizzazione da parte del potere costituito.
  • giugno 1957 episodio del sindacato dei minatori di Yubari

    giugno 1957 episodio del sindacato dei minatori di Yubari
    Ikeda si batté risolutamente per proteggere i membri Soka. Nel giugno del 1957, quando il sindacato dei minatori della città di Yubari, in Hokkaido, cercò di minacciare la libertà religiosa dei membri della Soka Gakkai, egli si recò immediatamente sul posto per affrontare il problema e, dichiarando che la Soka Gakkai si sarebbe sempre nettamente opposta a questo tipo di abusi, si adoperò in ogni modo per trovare una soluzione.
  • 3 luglio 1957 Episodio di Osaka

    3 luglio 1957 Episodio di Osaka
    Il 3 luglio,dopo aver lasciato Yubari, Ikeda fu arrestato ingiustamente dalla polizia di Osaka. Nelle elezioni dell’aprile precedente la SG aveva presentato un candidato per posto vacante alla Camera dei consiglieri a Osaka e alcuni membri erano stati accusati di aver violato le leggi elettorali. Ikeda, come persona responsabile della campagna elettorale, fu falsamente accusato di attività illegali. Il 3 luglio è la stessa data in cui, nel 1945, Toda era uscito di prigione.
  • 17 luglio 1957 rilasciato Ikeda - assolto 17 luglio 1957

    17 luglio 1957 rilasciato Ikeda - assolto 17 luglio 1957
    Per 15 giorni Ikeda fu interrogato e minacciato: «Se non confessi
    arresteremo Toda». Le condizioni di salute di Toda erano già precarie e il carcere avrebbe significato morte certa.Per proteggere lil maestro, Ikeda ammise le imputazioni a suo carico, riservandosi di dimostrare in seguito la sua innocenza in tribunale. Il 17/07 fu rilasciato dal carcere di Osaka. Intraprese una battaglia legale che durò 4 anni e mezzo e il 25 gennaio 1962 fu pienamente assolto da tutte le accuse.
  • 8 settembre 1957 Dichiarazione per l’abolizione delle armi nucleari

    8 settembre 1957 Dichiarazione per l’abolizione delle armi nucleari
    L’8/08/1957 Toda pronunciò la sua Dichiarazione
    per l’abolizione delle armi nucleari, punto di partenza e il fondamento del movimento per la pace della SG. Basandosi sul principio della santità e dignità della vita, Toda disse che le armi nucleari erano una creazione diabolica che minaccia di usurpare all’umanità l’inviolabile diritto di vivere, stigmatizzò il loro uso come il “male assoluto”.
  • dicembre 1957 750.000 famiglie!!!

    Dicembre 1957: la SG realizzò lo scopo di 750.000 famiglie di membri, obiettivo, voto di Toda. Nel marzo 1958, completò e donò NS l’edificio “grande sala di conferenze” al tempio principale della NS, il Taiseki-ji. Il 16 marzo 1958, 6000 giovani giunti da tutto il Giappone si riunirono su indicazione di Ikeda per una cerimonia nella quale il maestro Toda affidò loro la realizzazione di kosen-rufu.
  • 16 marzo 1958 L’affidamento di kosen-rufu ai successori

    16 marzo 1958 L’affidamento di kosen-rufu ai successori
    Nel marzo 1958 Toda donò l’edificio “grande sala di conferenze” al tempio principale della NS, il Taiseki-ji. In quella sede, il 16 marzo 1958, seimila giovani giunti da tutto il Giappone si riunirono su indicazione di Ikeda per una cerimonia nella quale il maestro Toda affidò loro la realizzazione di kosen-rufu. Il 16 marzo, giorno nel quale fu affidato a quei giovani successori il grande desiderio, o grande voto di kosen-rufu, venne in seguito chiamato giorno di kosen-rufu della SGI.
  • 2 aprile 1958 Morte di Toda

    2 aprile 1958 Morte di Toda
    Il 2 aprile 1958 Toda morì dopo aver completato tutto ciò che
    aveva deciso di realizzare. Basandosi sul risveglio vissuto in carcere, aveva ricostruito la Soka Gakkai e gettato solide fondamentaper il futuro di kosen-rufu.
  • 3 maggio 1960 Ikeda presidente S.G.

    3 maggio 1960 Ikeda presidente S.G.
    Ikeda, amministratore generale dal giugno 1958, si assunse
    la responsabilità di guidare la SGe il 3 maggio 1960 fu nominato terzo presidente dell’organizzazione. Il 2/10 /1960 si recò nelle Americhe; primo passo del suo viaggio per far conoscere il Buddismo di ND in tutto il mondo. Nel gennaio 1961 visitò paesi asiatici, in ottobre in Europa, dando inizio a kosen-rufu mondiale. Iniziò la “trasmissione del Buddismo verso occidente” come il Daishonin aveva predetto.
  • 1965 a rivoluzione umana

    Ikeda=pseudonimo di Ho Goku iniziò a scrivere La rivoluzione umana a puntate sul quotidiano Seikyo 12 volumi. (Toda usò Myo Goku: unendo le prime parti dei due nomi=myoho, Legge mistica. Goku=risvegliarsi alla verità della non sostanzialità. Myo di myoho si riferisce al mondo di Buddità e ho si riferisce agli altri nove mondi. Myo=risveglio o Illuminazione, ho=l’oscurità fondamentale. Allora myo=maestro e ho=discepolo. Scopo trasmettere la storia e lo spirito della SG alle generazioni future.
  • Un movimento per la pace, la cultura e l’educazione

    Un movimento per la pace, la cultura e l’educazione
    La RU raccontai sforzi e lotte dei tre presidenti per le basi della felicità e della pace dell’umanità. Ikeda ha continuato a narrare la storia della SG scrivendo La nuova rivoluzione umana, 30 volumi a puntate su SS. Toda voleva diventasse movimento educativo di eccellenza formando persone in grado di adempiere alla propria missione creando gruppi educatori,scienziati,accademici, artisti, scrittori, esperti in questioni internazionali,medici ecc.
  • 1968 L'Educazione Soka

    1968 L'Educazione Soka
    Ikeda ha realizzato un sistema di istituzioni educative che mettono in pratica la pedagogia per la creazione di valore di Makiguchi e Toda, l’Educazione Soka. Comprende scuole materne, elementari, medie e superiori, università e scuole di specializzazione post-laurea. La scuola media e superiore Soka (nel 1968) e l’Università Soka (nel 1971) Tokyo; la scuola media e superiore del Kansai (nel 1973) a Katano, Osaka. Nel 2001 si è aggiunta l’Università Soka d’America in California.
  • dal settembre1968 Dialoghi per la pace

    Ikeda ha ampliato il suo impegno con dialoghi rivolti alla pace, cultura ed educazione. L’8 /08/1968 annunciò una proposta per migliorare le relazioni fra Giappone e Cina Nel maggio 1972, intraprese dialoghi con ilo storico britannico Toynbee per due anni, e anche con leader e intellettuali di rilevanza mondiale. Nel 1974 e nel 1975, al culmine della Guerra Fredda Ikeda effettuò una serie di viaggi durante i quali incontrò i massimi vertici allo scopo di aprire una strada di pace e di amicizia.
  • 26 gennaio 1975 fondazionione SGI

    26 gennaio 1975 fondazionione SGI
    Il 26 gennaio 1975 i rappresentanti dei membri della Soka
    Gakkai di cinquantuno paesi e territori si riunirono sull’isola di
    Guam, nel Pacifico, e fondarono la Soka Gakkai Internazionale
    (SGI), nominando presidente il maestro Ikeda.
  • 1977 il primo problema con il clero

    Nel 1977 i preti di templi affiliati alla NS sollevarono ripetute accuse infondate contro SGI. E' l'inizio di quello che viene chiamato “il primo problema con il clero” (dietro alleanza fra preti e ex responsabili che avevano rinnegato la SG). Volevano rompere il legame tra maestro e discepoli percontrollare SGI per fini personali. Ikeda cercò una soluzione per proteggere i membri da attacchi e per ristabilire armonia fra clero e laici.
  • aprile 1979 Ikeda Presidente onorario SGI

    Ikeda ritenne che l’unico modo possibile per superare il I problema col clero fosse dimettersi da presidente della Soka Gakkai. Rassegnò le dimissioni nell’aprile del 1979 assumendo da quel momento il titolo di “presidente onorario”.
  • premi e onorificenze

    premi e onorificenze
    Per celebrare il giorno della SGI, 26/01/1975 Ikeda dal 1983 pubblica una Proposta di pace che riceve grande apprezzamento in tutto il mondo. Ha tenuto oltre trenta conferenze in università e istituzioni accademiche, e i suoi dialoghi (quello con lo storico Toynbee,è definito “una guida per la cultura globale” e “un libro di testo per l’umanità”)con importanti intellettuali, capi di Stato e rettori universitari supera il numero di 1600, di cui più di settanta pubblicati come libri.
  • 1991 secondo problema con il clero

    Nel 1991 il clero corrotto della NS scomunicò milioni di membri della SGI di tutto il mondo: per la SGI fu una grave offesa verso gli insegnamenti di ND e un tradimento del suo mandato. Dopo aver trionfato sugli intrighi del clero, la SGI inaugurò una nuova era nella storia di kosen-rufu mondiale. Attualmente i membri praticano in 192 paesi dove si sono guadagnati ampia fiducia e apprezzamento per lo sforzo di contribuire alla società con lo spirito dell’umanesimo buddista.
  • nel 1995 adottata la carta SGI

    nel 1995 adottata la carta SGI
    Nel 1995 è stata adottata la Carta della SGI in cui vengono esplicitati i princìpi dell’umanesimo sostenuti dall’organizzazione, e nel 1996 è stato fondato l’Istituto Toda per la pace. Ikeda ha ricevuto una serie di onorificenze e premi da parte di nazioni, municipalità e istituzioni educative, fra cui medaglie nazionali, dottorati e cattedre ad honorem, oltre a cittadinanze onorarie di innumerevoli città e regioni.
  • novembre 2013

    novembre 2013
    Nel novembre 2013 è stato completato il Kosen-rufu Daiseido,
    il Palazzo del grande voto di kosen-rufu, a Shinanomachi, Tokyo,
    tra gli edifici che costituiscono la sede centrale della Soka Gakkai. «Kosen-rufu è la strada per realizzare la pace e la prosperità universale. È il nostro grande voto dal tempo senza inizio per l’Illuminazione di tutte le persone».Da tutto il mondo i membri si radunano al Daiseido per recitare Gongyo e Daimoku uniti dal voto di realizzare kosen-rufu.